Curiosità nel mondo,  Toscana

20 cose interessanti che non sapevi sulla Toscana

La regione Toscana è ricca di splendidi paesaggi, architetture storiche e vigneti a perdita d’occhio. I motivi per visitarla sono notoriamente svariati: dal David di Michelangelo a Firenze, alla famosa Torre Pendente di Pisa.

Se stai pianificando un itinerario, sii sicuro di avere abbastanza tempo perché le cose da scoprire sono ancora moltissime. Ho notato che molti visitatori non sanno nemmeno tutto quello che c’è da sapere su questo magnifico territorio.

Ecco perché ho creato questo articolo, per raccontare 20 cose interessanti sulla Toscana che probabilmente non sapevi:

Informazioni di base

Iniziamo da alcuni dati generali sulla Toscana, just for info:

  • Capoluogo di Provincia: Firenze
  • Superficie: 22.985 km²
  • Popolazione (2019): 3,73 milioni
  • Nome degli abitanti: toscani
  • Dov’è sta? La Toscana è una regione dell’Italia centrale
  • Confina con altre 5 regioni:
    Liguria a nord-ovest;
    Emilia-Romagna a nord;
    Marche a est;
    Umbria a Sud-Est;
    Lazio lungo il mare a sud-est;

Vedi la mappa qui sotto:

La Toscana è divisa in 9 province e una città metropolitana: Città Metropolitana di Firenze e le province di Pisa, Lucca, Arezzo, Livorno, Pistoia, Siena, Prato, Grosseto, Massa Carrara.

Ora passiamo ai fatti interessanti:

La Toscana è la culla della lingua italiana

Da un punto di vista storico, l’italiano è una lingua basata sul fiorentino letterario usato nel XIV secolo. L’italiano è una lingua neolatina, ovvero, deriva da un “latino volgare” parlato in Italia nell’antichità romana e profondamente trasformato nel corso dei secoli. Com’è successo?

Pensiamo all’Italia politicamente e linguisticamente frammentata del XIV secolo, con molti dialetti parlati in diverse aree e il latino usato per scrivere documenti ufficiali e in letteratura. Dante Alighieri, nato a Firenze, scrisse la “Divina Commedia” (1308-1320) in dialetto fiorentino, e fu il primo a divulgare l’uso del “latino volgare”.

La sua poesia divenne estremamente popolare ed ebbe molti imitatori in tutta Italia, e questo portò il suo dialetto a diventare una lingua standard che gli italiani colti avrebbero capito. Dante ha dato alla sua “lingua comune” la validità di una lingua letteraria.

Oggi la Toscana è l’unica regione italiana dove il “dialetto” parlato è praticamente l’italiano.

La regione Toscana è stata la prima ad avere strade asfaltate

Nel 1339 la città di Firenze divenne la prima città europea a pavimentare le sue strade. Idea nata delle ricche banche e dei mercanti dell’epoca, così Firenze ha stabilito lo standard per le città in Europa e nel resto del mondo con questa azione.

La Toscana è una delle regioni con la più alta concentrazione di siti UNESCO al mondo

La regione batte l’Australia, l’Argentina e l’Egitto! Niente male no? In totale sono 7 i siti UNESCO riconosciuti:

  • Firenze (naturalmente);
  • il centro storico di Siena;
  • Piazza del Duomo – Piazza dei Miracoli di Pisa con la sua Torre pendente;
  • il centro storico di San Gimignano e le sue torri perfettamente conservate;
  • il paesaggio da sogno della Val d’Orcia;
  • il centro storico di Pienza, la “città ideale”;
  • le 12 Ville Medici ed i 2 giardini: Giardino di Boboli e il Parco di Pratolino.

L’ultimo sito della Toscana ad essere riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità (nel 2013) sono le 12 Ville Medici ed i due giardini (il Giardino di Boboli e il Parco di Pratolino – Villa Demidoff, entrambi commissionati dalla famiglia Medici).

Firenze è stata la culla dell’opera

Firenze è la città che più di 400 anni fa ha dato vita all’opera. Fu nel Teatro Comunale, nel XV secolo con le teorie e le esperienze della Camerata dei Bardi, che nacque il Melodramma, che oggi chiamiamo opera lirica.

La prima vera e propria opera lirica risale circa al 1594 e fu nominata Dafne (attualmente scomparsa), scritta da Jacopo Peri e Rinuccini, che riviveva una tragedia greca classica, per una cerchia elitaria di comici fiorentini, noti appunto, come la Camerata dei Bardi.

Pisa non ha solo una torre pendente

Che ci credi o meno, ci sono altre torri a Pisa con una spiccata inclinazione: il campanile della chiesa di San Michele degli Scalzi e il campanile di San Nicola, sono anche essi inclinati.

Infatti, la parola “Pisa” deriva dal greco che significa “terra paludosa“, e gli architetti italiani avrebbero dovuto valutare bene questo fatto prima di costruire la famosa torre di 15.000 tonnellate e gli altri edifici!

Per evitare qualsiasi tipo di problema, puoi acquistare online il biglietto per una visita guidata di Pisa cliccando qui

Pinocchio è toscano

Anche se la maggior parte delle persone associa Pinocchio al film Disney del 1940, la storia originale è stata scritta da Carlo Collodi nel 1881 a Firenze.

Ex soldato dell’esercito Toscano durante le Guerre d’Indipendenza dell’Italia, Collodi ha iniziato la sua carriera nella narrativa infantile scrivendo la storia del famoso burattino nel 1880, che fu pubblicata in serie su un settimanale per bambini.

Solo nel 1883 fu pubblicato il libro “Le avventure di Pinocchio”.

Con il marmo toscano sono state realizzate le più importanti opere del mondo

Il marmo di Carrara è stato utilizzato per creare alcuni degli edifici e delle opere d’arte più note fin dai tempi dell’antica Roma… come il Pantheon e la Colonna Traiana a Roma.

Sebbene questo tipo di marmo fosse un materiale da costruzione molto popolare nei primi tempi dell’Impero Romano, nel Rinascimento i più grandi scultori italiani lo hanno utilizzato per creare i loro impeccabili lavori.

Infatti, le opere famose di Michelangelo, come la Pietà, ed il Foro Italico sono stati realizzati con il marmo di Carrara.

A Firenze è nata la moda italiana

Questo è un fatto poco conosciuto, dato che molti collegano la moda italiana alla città di Milano, ma in realtà la prima sfilata di alta moda si è svolta proprio a Firenze.

Prima era solo Parigi a dettare la moda, poi l’Italia ha iniziato a mostrare tutta la sua creatività e il suo design.

Non è un caso che da allora Firenze conti con stilisti come Gucci, Enrico Coveri, Roberto Cavalli, Salvatore Ferragamo, Patrizia Pepe, Emilio Pucci, Ermanno Scervino e molti altri, che con il loro marchio sviluppano prodotti famosi in tutto il mondo.

A proposito, io vi consiglio di fare un tour di Firenze totalmente gratuito con Civitatis, per sapere di più, vedi qui.

Culla di geni e personalità importanti

Pensavi che la Toscana sia culla solo di pittori e scultori famosi? No! C’è molto di più:

  • Dante Alighieri è nato a Firenze e, come ho detto, è conosciuto come il “padre della lingua italiana”.
  • Il matematico Fibonacci, che ha insegnato al mondo occidentale il sistema di numerazione arabo – è nato a Pisa.
  • Anche Galileo Galilei è nato a Pisa.
  • Amerigo Vespucci, l’esploratore che ha dato il suo nome al nuovo continente americano, era fiorentino e iniziò la sua vita professionale con la famiglia Medici.
  • Molti stilisti come Guccio Gucci, Roberto Cavalli, Enrico Coveri, sono toscani.
  • Michelangelo, Leonardo da Vinci, Brunelleschi, Botticelli, Giotto e Masaccio e molti altri pure.
  • La leggenda del ciclismo, Gino Bartali, che ha vinto 2 tour di Francia e 3 Giro d’Italia è nato in provincia di Firenze.w
  • Roberto Benigni, attore e regista, vincitore dell’Oscar per il miglior film straniero è della provincia di Arezzo.

Ha stazioni sciistiche

Si associa più facilmente la Toscana al clima caldo e alla vegetazione esuberante, ma in inverno le montagne diventano un paradiso per sciatori ed escursionisti che desiderano godere del clima invernale.

La meta più ambita è la montagna dell’Abetone, vicino al confine con l’Emilia-Romagna. Il Monte Amiata, la Garfagnana e la Lunigiana offrono uno scenario meraviglioso, anche se le piste sono un po’ più corte.

La stagione sciistica dell’Appennino toscano inizia ai primi di dicembre e termina nell’ultima settimana di marzo. L’alta stagione inizia tradizionalmente il 23 dicembre fino alla fine di febbraio.

Questo è il periodo più trafficato e anche il più costoso in termini di prezzi degli hotel.

Esistono vini Supertuscany

Il vino toscano non è solo il Chianti.

Ovvio, il Chianti è famoso ed è venduto in tutto il mondo. Ma alcuni produttori di vino negli anni ’70 hanno deciso di provare qualcosa di diverso, allontanandosi dalle formule standard, per creare alchimia pura nei vigneti intorno a Bolgheri. Sono nati così i Supertuscany.

Questi vini rossi definiti Supertuscany sono quelli che non rispettano (di proposito) le tradizionali regole di preparazione della regione, ma utilizzano altri tipi di uve, soprattutto cabernet sauvignon, in aggiunta o in sostituzione del tradizionale Sangiovese e quindi non possono essere classificati come prodotti DOCG.

Questi vini generalmente invecchiano in barrique per circa 12-14 mesi. Naturalmente, ci sono altri vini famosi, come il Brunello di Montalcino, il Vino Nobile di Montepulciano, il Bolgheri DOC, il Costa Toscana, ed altri.

Vuoi fare un tour enoturistico nelle colline del Chianti? Te lo consiglio vivamente!

Se ti piace la carne (o la ciccia a detta loro), la Toscana fa per te!

Qui i carnivori gioiscono! La Toscana è il paradiso della carne.

Patria della sanguinosa Bistecca alla Fiorentina, dei migliori insaccati d’Italia (tra cui una deliziosa razza di maiale, la cinta senese) e, naturalmente, il cinghiale, animale simbolo della regione.

Ma c’è di più.

Sapevi che una delle prelibatezze più popolari è lo stomaco di mucca bollito, noto anche come Lampredotto? Ah, e puoi provare anche il cervello fritto! Roba da matti…

La banca è nata in Toscana

L’emergere delle operazioni bancarie è stato simultaneo al sorgere del denaro, poiché quest’ultimo ha creato ben presto la necessità di custodirlo.

Il nome “banca”, invece, fu creato dai banchieri ebrei a Firenze all’epoca del Rinascimento, designando il tavolo dove venivano scambiate le monete.

La Banca Monte dei Paschi di Siena, nata nel 1472 sotto forma di Monte di Pietà, che apparteneva alle classi più fortunate della popolazione della città, è la più antica banca in funzione al mondo!

La leggenda della Spada nella Roccia è nata in Toscana

La leggenda arturiana trova la spiritualità medievale nella cappella di Montesiepi, vicino a Chiusdino, dedicata a San Galgano.

È qui che San Galgano Guidotti, un cavaliere, ha conficcato la spada nella pietra per rinunciare alla violenza e abbracciare Dio.

Hai certamente sentito parlare della “Spada nella roccia“, il classico cartone di Walt Disney. Ma forse non sapevi che essa esiste davvero!

Tutto è iniziato quando un nobile appassionato, Galgano Guidotti, vide in sogno l’arcangelo Michele, si convertì al cristianesimo e divenne un uomo pio. Come simbolo di devozione, trafisse la pietra con la sua spada, formando con il manico una croce e questo fu il suo miracolo.

La chiesa di San Galgano, costruita allora intorno alla pietra, è diventata oggi una suggestiva meta di migliaia di turisti per la sua storia e per il fascino strutturale dell’edificio!

La Toscana è stata la prima nazione al mondo ad abolire la pena di morte

Questo è molto importante: la Toscana, o il Granducato di Toscana all’epoca, fu il primo Stato al mondo ad abolire la pena di morte il 30 novembre 1786.

Solo pochi anni dopo la pena di morte fu abolita in tutta Italia, precisamente nel 1889.

Il pane toscano non è salato

Eh già, il pane in Toscana non è salato e viene servito dalla colazione alla cena. E te lo dico: un vero toscano non può vivere senza!

La storia del pane toscano “senza sale” risale al XII secolo, periodo di guerra tra Firenze e la repubblica marinara pisana, quando Pisa interruppe il commercio del sale facendolo diventare un prodotto costoso che i contadini e le loro famiglie non potevano permettersi, e così i fiorentini furono costretti a fare il pane senza sale.

Con il tempo il pane toscano ha mantenuto questa caratteristica, anzi, ne ha fatto la principale peculiarità di questo prodotto!

La Toscana ha un arcipelago

Le isole della Toscana hanno una flora e una fauna ben conservate, con un’acqua così cristallina che si possono vedere banchi di pesci sul fondale.

Sono così belli che si dice siano doni degli Dei, narra la leggenda che quando la bella Venere emerse dal mare, la sua collana si ruppe e caddero sette perle, formando le sette isole della Toscana.

Invece di affondare, hanno cominciato a popolarsi, ognuno con la propria fauna e flora. Sono sette le isole dell’arcipelago toscano: Gorgona, Capraia, Elba, Pianosa, Montecristo, Giglio e Giannutri.

Diverse, eppure a loro modo tutte bellissime, circondate da acque cristalline queste isole sono protette dal Parco Nazionale Arcipelago Toscano, il primo grande parco marino d’Italia e la più grande area marina protetta d’Europa, per il suo valore ambientale.

Il gelato è nato a Firenze

La storia del Gelato Italiano ha origine nella città di Firenze. Si sa che già nel primo secolo l’imperatore romano Nerone fece portare dalle montagne ghiaccio e neve per mescolarsi con la frutta fresca, ma fu solo alle nozze di Maria Medici e dopo il XVI secolo che il gelato italiano iniziò la sua vera storia.

Bernardo Buontalenti ha inventato una macchina (la bisnonna del frigorifero) dove ha mescolato limone, zucchero, albume e latte e l’ha portato ad una temperatura “quasi congelata”, creando così il sorbetto al limone!

Interessanti eventi folcloristici

In Toscana ci sono interessanti manifestazioni folcloristiche, che dimostrano il grande legame con l’antica tradizione medievale locale, alcune di esse sono:

  • Il Gioco del Panforte – un dolce tipico del periodo natalizio che si svolge dopo il Natale nella città di Pienza
  • Bravio delle Botte a Montepulciano – corsa in barrique giù per la collina!
  • Il Gioco del Ponte, o la battaglia del ponte, che si svolge ogni anno a Pisa
  • Giostra del Saracino ad Arezzo – La gara si svolge a cavallo e con la lancia, ricordando ai cavalieri arabi saccheggiatori
  • Palio di Siena – la corsa di cavalli più famosa d’Italia
  • Palio del Caci a Volterra, una corsa letteralmente con il formaggio giù per la collina!

Il 66% della Toscana è in collina

Le colline toscane formano 2/3 del territorio, ed è proprio questo fatto che la rende famosa in tutto il mondo per la sua bellezza!

Le sue dolci colline sembrano dipinte a mano da Dio.

Allora, conoscevi questi fatti sulla Toscana? Scrivimi nei commenti, sarei felice di leggerti! Un abbraccio e…enjoy 😊

📌 Salva questo articolo su Pinterest

 

Trent'anni fa, in un piccolo paesino del Brasile nascevo io. Una sorpresa inaspettata, ma che ha riempito la casa di solarità e energia. Vissi lì fino ai miei 17 anni, quando finito il liceo decisi di venire alla avventura in un paese totalmente sconosciuto. Ed ora mi trovo qui, a Milano dove lavoro e studio Marketing Digitale. Mi definisco uno spirito libero, una donna determinata e ambiziosa ma con i piedi per terra. Spesso sento dire che il mio sorriso insieme al mio sguardo trasbordano di allegria...pertanto cerco di mantenere la positività e il buon umore sempre che possibile. La mia più grande passione è viaggiare. Amo incontrare nuove culture, nuovi volti e nuovi posti bellissimi in questo vasto pianeta. Per cui ho creato il blog, per dividere con voi qualche mia avventura, illustrando come ho vissuto ogni città o paese dove sono passata, con piccoli suggerimenti che dal mio piccolo posso darvi per far sì che la vostra vacanza sia speciale come le mie :) Enjoy!

45 commenti

  • Beatrice

    E il fatto che in Toscana vivono le persone più simpatiche d’Italia non lo diciamo? Io adoro la Toscana e i toscani! e questi che hai elencato sono tutti motivi in più per amare una regione davvero meravigliosa!

    • Babi

      Ah beh! direi proprio di si!
      io sono sospetta per parlare…il mio fidanzato è maremmano e quindi sono di parte!
      io semplicemente amo tutto di loro!

  • ERMINIA SANNINO

    La Toscana è una delle regioni italiane che più preferisco. Innanzitutto, non è ne troppo a nord ne troppo a sud, il che la rende climaticamente perfetta. I paesaggi sono fantastici, ha dei borghi bellissimi, si mangia bene, si vive slow ed è ricca di storia. Sono mesi che dico al mio compagno di trasferirci in Toscana, chissà che non sia l’anno giusto!

    • Babi

      Forse volevi dire *non è salato, vero?
      Per me è stato stranissimo mangiarlo la prima volta, mi sembra sempre che “manca qualcosa”
      hahaha

        • Babi

          Assolutamente si 🙂
          non conosco ancora Lucca ma ne sento molto parlare della sua cinta muraria splendida!
          sicuramente appena si potrà non mancheremo della visita!

  • Stefania

    La Toscana è una regione meravigliosa che non mi stuferò mai di visitare!!! Senza contare il cibo e le persone fantastiche 🤩🤩🤩 Mamma miaaaaa sto sognando una fiorentina con la bava alla bocca 🤤

  • ANTONELLA MAIOCCHI

    Non avevo dubbi che in Toscana si concentrasse la maggior parte dei Siti Unesco del mondo, davvero in questa regione c’è stata una concentrazione di personalità a dir poco geniali. Quello che non sapevo è che fu proprio Firenze a pavimentare le strade, conferma l’eleganza intramontabile della città.
    E anche sulla lingua, chapeau! Pesrsino Manzoni dopo la stesura dei Promessi Sposi passò un periodo a Firenze per “ripulire” la lingua o meglio per “sciaquare i panni in Arno” come disse lui stesso.

    • Babi

      Che belle parole Antonella!
      In effetti molte di queste info nemmeno i toscani stessi hanno idea!
      A me piace proprio scovare queste chicche perché aumentano la cultura di chi legge.
      grazie di essere passata 🙂

    • Babi

      Vero? cioè a Pisa ci sono ben 3 torri pendenti…è stupefacente!
      la prossima volta che passi di lì, cercale 😉

      un abbraccio

  • Eliana

    Da amante della Toscana l’unica cosa che non sapevo è che il gelato è nato a Firenze! Ho anche parenti toscani quindi gioco un po’ in casa per quanto riguarda la sua conoscenza: non mi perdo mai l’occasione di andare a trovarli a Siena e di vedere un po’ di questa regione fantastica!

  • paola

    Quanti meravigliosi inizi! E quante meravigliose capacità e risorse hanno i nostri amici toscani! Conoscevo quasi tutto (tranne il gelato che è una rivelazione!) ma non avevo mai messo tutto insieme. Quello che comunque è assodato è che trascorrere una vacanza in Toscana è sempre un’esperienza meravigliosa, ovunque tu scelga di andare, al mare o in collina.

    • Babi

      Eh si! Proprio così 🙂
      Anche io sono rimasta sorpresa con la curiosità del gelato, ma ebbene si i nostri amici fiorentini sono stati pionieri in tante cose!

  • Arianna

    La Toscana è una regione che adoro e pertanto la conosco abbastanza bene, molte delle cose che hai elencato le sapevo, non conoscevo però dell’esistenza di altre torri inclinate oltre la torre di Pisa

  • Federica Assirelli

    Sono stata in Toscana tantissime volte anche perchè ho vissuto gran parte della mia vita ai suoi confini e quindi molte delle cose che citi le conoscevo. Qualcosa comunque mi era sfuggita! Regione meravigliosa!

  • Sara Slovely.eu

    Uh, quante cose! La Toscana è forse una delle regioni italiane che ho visitato di più, ma che mai mi stancherò di visitare, vista l’abbondanza di cose da vedere e scoprire! Ad esempio non sapevo che ci fossero stazioni sciistiche, anche se sono stata in Garfagnana e Lunigiana (in estate).

    • Babi

      Pensa 🙂
      Anch’io ho scoperto le stazioni sciistiche solo adesso che vivo insieme al mio compagno che è maremmano.
      E pensa che nemmeno lui tante cose non sapeva!

  • Elena

    Sapevo che la Toscana è la culla della lingua italiana. Avevo una professoressa di italiano all’università, di origine toscana, e ce lo ripeteva spesso. Poi avendo parenti lì ho assaggiato anche il pane senza sale e la carne che è davvero ottima. Non sapevo le altre cose, un articolo molto interessante!

    • Babi

      Grazie cara!
      A me ispira molto perché avendo un compagno maremmano mi sono avvicinata molto alla sua cultura.
      Mi piace andare indagare e scoprire queste chicche 🙂

  • Giorgia

    Qualche curiosità la conoscevo, ma devo dire che la maggior parte sono state una sorpresa. Ad esempio non avevo idea che la Toscana fosse la prima regione ad avere le strade asfaltate! Proprio carino il tuo articolo!!

    • Babi

      Ciao Giorgia!
      Grazie di cuore per il messaggio e sono contenta che le curiosità ti sono piaciute!
      Ti mando un abbraccio 🙂

    • Babi

      Allora siamo in due amanti della Toscana!
      Ci torno più che volentieri, anche perchè la famiglia del mio compagni vive giù in Maremma!

  • Silvia The Food Traveler

    Alcune di queste curiosità le conoscevo, ma non sapevo per esempio la cosa delle strade asfaltate. Ah, la carne che si mangia in Toscana: ancora ricordo come se fosse ieri i miei pasti a Firenze, quando ci sono stata l’ultima volta.
    Pensa che io invece ero convinta che il gelato fosse stato inventato a Torino: chissà se c’è rivalità tra le due città per contendersi questo primato 😉

    • Babi

      Ah ecco, può essere che la rivalità nasca anche dal gelato allora hahaha
      sono contenta che ho portato alla luce alcune curiosità che ancora non sapevi!

  • anna

    Della Toscana si conoscono già molte cose, in quanto meta tra le più predilette, eppure non si finisce mai di imparare. C’erano dei punti che hai citato di cui non ero veramente a consocenza. Articolo davvero interessante! Grazie per queste curiosità 🙂

    • Babi

      Ma grazie per i complimenti!
      come hai detto, non sempre è facile parlare di una zona così famosa come la Toscana…e sono felice di aver portato alla luce alcuni fatti poco noti!

  • Claudia

    Ho scoperto un sacco di curiosità sulla Toscana, in particolare delle torri pendenti a Pisa e l’origine del suo nome! La Toscana è una delle mie regioni preferite e non appena ho modo ci passo volentieri un weekend!

    • Babi

      allora abbiamo una cosa in comune oltre essere travel bloggers: la passione per la Toscana!
      io sto programmando di andare giù a Maggio e farmi l’Estate laggiù nella seconda casa *.*

    • Monica

      Articolo molto interessante. Sono stata in Toscana diverse volte ma ho scoperto solo ora di conoscerla veramente poco. Devo assolutamente rimediare e tornarci il prima possibile.

      • Babi

        la Toscana è meravigliosa sotto vari aspetti…anche sotto tutto questi curiosi fatti!
        e sai che molti toscani non sanno tutte queste curiosità? Dico per esperienza, dato che ho un maremmano a casa che sapeva pressoché metà di queste cose!

  • Claudia

    Mi sono ripromessa da tempo di visitare la Toscana ma purtroppo ancora non l’ho fatto! Non conoscevo molte delle curiositá da te citate, ma mi hai incuriosito ancora di più e motivato a farci un pensierino 😉

  • Valentina

    Ma quante curiosità interessanti! Ti dico la verità, molte mi hanno proprio stupito, come i primati (la prima ad avere strade asfaltate o la prima regione ad aver abolito la pena di morte).
    Non immaginavo, poi, che il gelato fosse nato in Toscana.
    Effettivamente è una regione che ha tutto: montagne, colline, mare, bellissime città e deliziosi borghi… per non parlare poi della sua cucina 🙂

  • Anna

    Mi ha sconvolto la curiosità sul vino Supertuscany. Davvero. Sto iniziando ad appassionarmi ai vini e sono una totale principiante, ma mi piacerebbe un sacco assaggiarne di così particolari e poco chiacchierati! Hai capito i toscani…

    • Babi

      io ho iniziato ad approcciarmi di più al mondo dei vini da quando sono insieme al mio compagno maremmano!
      è un mondo meraviglioso e pieno di scoperte *-*

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *