Liguria

Cosa fare e vedere nelle Cinque Terre

I cinque splendidi borghi delle Cinque Terre, sono la parte più naturale e affascinante della regione Liguria e della costa tirrenica. Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso; sono questi i magnifici paesini sospesi tra mare e terra che danno vita al Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Queste cinque località sono una chiara rappresentazione dell’Italia più bella che c’è; con paesaggi unici e sentieri naturali che rivelano una perfetta interazione tra uomo e natura.

Motivo per cui nel 1997 l’UNESCO ha dichiarato il Parco Nazionale delle Cinque Terre Patrimonio dell’Umanità.

Il “Sentiero Azzurro” vi permetterà di conoscere questi splendidi borghi lungo un percorso escursionistico che si snoda lungo la costa, regalandovi meravigliosi scorci sul mare.

Questo sentiero è assolutamente una delle cose da non perdere delle Cinque Terre!

Conosciamo i 5 borghi che compongono le Cinque Terre

Riomaggiore

L’antico borgo di Riomaggiore nasce tra due colline che scendono nel mare; le sue case colorate costruite in verticale creano un’atmosfera magica.

È davvero affascinante passeggiare per le strade di questo villaggio di pescatori, dove anche la luce del sole crea un effetto molto particolare!

L’unicità delle case a Riomaggiore sta nel fatto che hanno tutte un doppio ingresso; uno sulla facciata all’altezza del vicolo, mentre l’altro è sul retro, all’altezza della via alta.

Le case hanno questa particolare struttura dal 1500, perché permetteva una rapida via di fuga in caso di incursioni saracene.

A Riomaggiore inizia la famosa Via dell’Amore, un sentiero scavato nella roccia che porta a Manarola. Il percorso è davvero meraviglioso!

Camminerai a stretto contatto con la natura e potrai ascoltare il suono delle onde che si infrangono sugli scogli.

Per motivi di sicurezza, la Via dell’Amore è chiusa dal 2012. Solo 100 – 200 metri del percorso sono aperti al pubblico.

Insomma, Riomaggiore è una cittadina ricca di patrimonio artistico; alcuni dei maggiori esempi sono il Castello, detto anche Castellazzo di Cerricò, che offre una bellissima vista sul mare, la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista e il Santuario di Nostra Signora di Montenegro.

Sono tutti luoghi da non perdere per scoprire la vera essenza delle Cinque Terre!

Manarola

Manarola, è come un dipinto vivente, regnato da ulivi e vigneti. È un paese dove le case sembrano prolungamenti naturali della lunga e stretta rupe.

Nella parte alta della città, a una settantina di metri sul livello del mare, si trova il monumento più importante di Manarola, la Chiesa di San Lorenzo, edificata nel 1338 in stile gotico-ligure.

Gli amanti del mare non rimarranno delusi da Manarola. Scendendo in spiaggia troverete piccoli angoli di paradiso, da cui potrete godere di un panorama suggestivo e di un mare cristallino.

Passeggiando per Manarola si possono ammirare paesaggi incantevoli e, tante volte, le barche lasciate a riva offrono scenari perfetti per foto uniche.

Corniglia

L’antica città romana di Corniglia, arroccata su un’imponente rupe alta cento metri, è la più piccola delle Cinque Terre e l’unica quasi inaccessibile dal mare, ma, senza dubbio, è uno dei borghetti più belli da visitare!

Per raggiungere Corniglia è necessario salire la “Scalinata Lardarina” una gradinata in muratura a 33 rampe con 377 gradini, oppure attraversare una strada che va dalla stazione ferroviaria al paese.

A Corniglia si possono visitare l’interessante chiesa parrocchiale gotica di San Pietro, tipico esempio di gotico ligure, e la settecentesca Piazza Largo Taragio (in dialetto locale er Taragiu)

Corniglia è un gioiello prezioso, fatto di piccoli vicoli scavati nella roccia, con una bellissima spiaggia di ciottoli e un mare cristallino…stupenda!!

Vernazza

Vernazza, adagiata su uno sperone, è lo scenario più affascinante di tutte le Cinque Terre. Con le sue case color pastello, il porto, la piazza e una piccola mezzaluna di spiaggia occupata dai pescherecci, questa cittadina offre un paesaggio unico da ammirare!

Considerato uno dei cento borghi più belli d’Italia, Vernazza conserva intatta la sua lunga tradizione marinara.

Ti consiglio di fare un giro in barca per poter ammirare il bellissimo porto con le sue case color pastello da un punto di vista unico: dal mare!

Imperdibile una visita alla chiesa di Santa Margherita di Antiochia, ai resti dell’antica struttura fortificata della città, alla torre della veduta dell’XI secolo, al Castello dei Doria e alla Torre del Convento dei Padri Riformati di San Francesco e Belforte.

Un altro luogo che non puoi perdere, anche se non è molto facile da raggiungere, è il Santuario della Madonna di Reggio e la sua piazza alberata.

Fidati di me: la fatica vale la pena; sarà un percorso estenuante, avventuroso e affascinante!

Insomma, Vernazza è un gioiello che ha conservato nel tempo la sua fisionomia e anima marinara, tipiche delle Cinque Terre, quindi non può mancare una visita in questa località!

Monterosso

Anche Monterosso conserva ancora intatta la sua lunga tradizione di pescatori e porta i segni delle loro lotte in mare.

La torre medievale, oggi campanile della Chiesa di San Giovanni, il castello con vista sul mare e la Torre Aurora, sono un esempio di ciò che ha vissuto questa straordinaria città.

A Monterosso è suggestivo il contrasto tra il centro storico, con le sue chiese medievali e il paese nuovo, con i suoi stabilimenti balneari e la statua del gigante che domina la spiaggia di Fegina.

Questa scultura di 14 metri è Nettuno e fu creata come ornamento per Villa Pastine, una lussuosa residenza nobiliare dei primi del ‘900 che sorgeva sul promontorio a picco sul mare.

La statua di Nettuno reggeva il tridente e teneva sulle spalle un’enorme conchiglia che fungeva da balcone del palazzo.

Doveva essere sicuramente una villa incomparabile e molto suggestiva!

Purtroppo, rimangono solo poche rovine della villa e Nettuno stesso ha subito danni sia dal maltempo che dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Tuttavia, anche senza braccia e senza tridente, questa rovina ha il fascino di un’epoca passata e il Dio del mare riesce ancora a dimostrare tutta la sua potenza e antichità.

Al tuo arrivo a Monterosso avrai tante scelte: camminare nelle viette del centro storico del paese, dove si trova la chiesa di San Giovanni Battista o goderti la spiaggia di Monterosso, la più grande delle Cinque Terre.

Ora raccontami: quale dei 5 borghi ti piace di più? Ti aspetto nei commenti!

Trent'anni fa, in un piccolo paesino del Brasile nascevo io. Una sorpresa inaspettata, ma che ha riempito la casa di solarità e energia. Vissi lì fino ai miei 17 anni, quando finito il liceo decisi di venire alla avventura in un paese totalmente sconosciuto. Ed ora mi trovo qui, a Milano dove lavoro e studio Marketing Digitale. Mi definisco uno spirito libero, una donna determinata e ambiziosa ma con i piedi per terra. Spesso sento dire che il mio sorriso insieme al mio sguardo trasbordano di allegria...pertanto cerco di mantenere la positività e il buon umore sempre che possibile. La mia più grande passione è viaggiare. Amo incontrare nuove culture, nuovi volti e nuovi posti bellissimi in questo vasto pianeta. Per cui ho creato il blog, per dividere con voi qualche mia avventura, illustrando come ho vissuto ogni città o paese dove sono passata, con piccoli suggerimenti che dal mio piccolo posso darvi per far sì che la vostra vacanza sia speciale come le mie :) Enjoy!

13 commenti

  • Simona

    Le Cinque Terre sono da tempo nella mia lista di luoghi da visitare. E il tuo articolo mi ha confermato che sono davvero bellissime! Mi picerebbe visitarle in un periodo di bassa stagione, per poter godere al meglio le atmosfere.

  • Domenica

    Ciao Barbara! È da quando hanno chiuso la via dell’Amore, che aspetto il momento di oterla percorrere! Spero che ciò accada al più presto, in modo da poter davvero “vivere al 100%” questi luoghi magici!

    Grazie per i molti spunti che qui ci hai regalato!

    Mimì

  • Elisa

    Sono stata alle Cinque Terre durante uno scalo di una crociera e pur riuscendo a fare qualche tratto a piedi tra una località e l’altra mi piacerebbe molto tornarci e viverle con calma…

  • Maria Grazia

    Partendo dal presupposto che sono uno più bello dell’altro, non posso negare di essermi innamorata follemente di Riomaggiore e dei suoi tramonti ! Visitarle in settembre è poi stata la scelta ideale per viverle appieno.

  • Eliana

    Ci sono stata lo scorso dicembre e me ne sono innamorata letteralmente! Il borgo che più mi ha incantato è stato Manarola, al tramonto poi era davvero favolosa! Splendide davvero, Patrimonio UNESCO ben meritato!

  • Valentina

    Bell’articolo! E che meraviglia questi scatti, sembrano delle cartoline! Da tantissimo tempo non faccio una capatina alle Cinque Terre, avrei proprio voglia di tornarci ed esplorare per bene questi splendidi paesini!

  • ANTONELLA

    Devo ammettere che ho una particolare predilezione per Vernazza, dove torno ogni volta che posso. La sua atmosfera raccolta intorno al porticciolo ha un ché di rilassante e famigliare al tempo stesso. Non vedo l’ora che riapra la via dell’Amore (pare nel 2023) per non perdermi la passeggiata a strapiombo sul mare

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.