Leukerbad e dintorni: alla scoperta dei bellissimi paesini della Svizzera!

Ogni anno, appena arriva l’inverno e si iniziano a vedere i primi fiocchi di neve, a me nasce una irrefrenabile voglia di montagna, scii e cioccolata calda. Unito alla mia infinita voglia di viaggiare e scoprire nuovi posti fantastici dove provare cibi e paesaggi stupefacenti.

Parlando con amici, ho scoperto questo posto: Leukerbad. Un piccolo paesino nel Canton Vallese in Svizzera. Conosciuto fondamentalmente per le terme all’aperto! Non ci ho pensato due volte ad organizzare un weekend in questo posto da favola! Per cui ho deciso di scrivere questo articolo per raccontarvi cosa fare a Leukerbad.

 

Leukerbad: recensione del mio viaggio

Abbiamo deciso di partire la mattina presto da Milano con la macchina. Siamo arrivati fino alla stazione Iselle, paese al confine con la Svizzera per prendere un treno che trasporta le macchine attraverso le Alpi per poi continuare il viaggio fino alla destinazione finale, ovvero Leukerbad.

Ci sono altri mezzi per arrivarci come treni diretti, pullman o anche in macchina stessa. La decisione del treno trasporto è stata dovuta alla quantità di neve in quel periodo e per la particolarità del tragitto. Non ci ha messo molto, in soli 20 min siamo arrivati in Svizzera e da lì abbiamo proseguito per circa 45 km fino a Leukerbad.

 

Arrivati a Leukerbad, l’obbiettivo era solo uno: giornata di relax alle acque termali. Personalmente vi consiglio la Leukerbad Therme, che è il centro piu grande delle Alpi, aperto tutti i giorni dalle 08 alle 20:00. Il prezzo è relativamente alto CHF 35.00 per persona l’intera giornata (se volete fare mezza giornata, ovvero 3 ore, il costo è di CHF28).

Tra massaggi, docce solari, saune e idromassaggi e sedie ergonomiche per appisolarci, ci siamo rimasti fino alla sera.

 

Il punto forte è la piscina calda all’esterno, con vista sulle montagne innevate. Se avete fortuna, può iniziare a nevicare e il tutto diventa più particolare: stare immersi nell’acqua, vedendo i fiocchi cadervi addosso! Indescrivibile! Quando cala il buio l’atmosfera è decisamente carina. Ci sono varie luci colorate e il fumo che sale dalle piscine è qualcosa di magico. Consigliatissimo.

 

La sera niente di meglio che scoprire la cucina tipica della regione. Ci sono tantissimi ristoranti che offrono una varietà di piatti deliziosi. Abbiamo optato per le Raclette: un piatto di formaggio fuso svizzero molto simile alla fonduta, accompagnato da patate. Ho adorato questa ricetta.

 

Il giorno dopo ci siamo dedicate alla scoperta delle montagne. Prendendo la Funivia Gemmi- Bahnen, si sale a 2350m per un panorama mozzafiato, dove ho scattato delle foto bellissime! Per gli amanti dello scii ci sono ottime piste a vari livelli e anche sentieri da percorrere a piedi.  Senza dubbio è una perfetta località per fare sport tipicamente invernali.

 

Lassù, precisamente sul Passo del Gemmi vicino al Ristorante Wildstrubel, c’è una piattaforma panoramica: una struttura triangolare fatta di acciaio e vetro su una parete rocciosa, sospesa su un burrone che scende a 300 m di profondità. Fa davvero paura salirci e guardare in basso, non lo consiglio per chi soffre di vertigini. Purtroppo, era gennaio e c’erano tante nuvole e la vista era limitata.

Essendo lì, non potevamo non prenderci la tanto desiderata cioccolata calda in questo ristorante davvero accomodante. L’atmosfera che si crea aiuta a sentirsi coccolati e felici quando di fronte ti trovi del buon cibo e dei paesaggi che rimarranno impressi nel cuore per sempre!

Info generali

Distanza Milano – Leukerbad: 215km

Tempo di percorrenza Milano – Leukerbad: circa 4 ore (treno incluso)

Città nelle vicinanze: Interlaken e Lauterbrunnen, Grindelwald

 

📌 Salva questo articolo su Pinterest

Enjoy!

Babi
Babi
Trent'anni fa, in un piccolo paesino del Brasile nascevo io. Una sorpresa inaspettata, ma che ha riempito la casa di solarità e energia. Vissi lì fino ai miei 17 anni, quando finito il liceo decisi di venire alla avventura in un paese totalmente sconosciuto. Ed ora mi trovo qui, a Milano dove lavoro e studio Marketing Digitale. Mi definisco uno spirito libero, una donna determinata e ambiziosa ma con i piedi per terra. Spesso sento dire che il mio sorriso insieme al mio sguardo trasbordano di allegria...pertanto cerco di mantenere la positività e il buon umore sempre che possibile. La mia più grande passione è viaggiare. Amo incontrare nuove culture, nuovi volti e nuovi posti bellissimi in questo vasto pianeta. Per cui ho creato il blog, per dividere con voi qualche mia avventura, illustrando come ho vissuto ogni città o paese dove sono passata, con piccoli suggerimenti che dal mio piccolo posso darvi per far sì che la vostra vacanza sia speciale come le mie :) Enjoy!

Related Stories

Ultimi Articoli

Numana e Sirolo: cosa vedere nella Riviera del Conero

Come vi avevo accennato in un articolo precedente, quest’estate io e il mio compagno...

Conosciamo STEP FuturAbility District: il nuovo museo interattivo e...

Settimana scorsa sono stata contattata da Federico Bonesi, di Fastweb, per conoscere il loro...

Bologna e i suoi 7 segreti: tra Venezia, la...

Città di portici, universitari e artisti, Bologna è uno dei luoghi più belli dell’intero...

Cosa vedere a Lucca: orto botanico, domus romana e...

Continuo il mio racconto sul blogtour Lucca Inconsueta, a cui ho avuto il piacere...

Cosa vedere a Lucca in un giorno: un tour...

Questo mese di settembre è stato pieno di novità e di piacevoli sorprese. Oggi...

Perché si dice “ fare il diavolo a quattro...

Spinta dalla mia curiosità senza limiti, ho deciso di inaugurare una nuova rubrica chiamata...

Categorie Principali

Comments

  1. Sto commentando il tuo bellissimo articolo sulla Svizzera, paese che mi piace moltissimo, soprattutto per il fresco che le fotografie della neve sembrano emanare. Fa un caldo torrido in città e trascorrere una notte in questa bellissima cittadina mi sembra un vero sogno. Vado spesso a Crans: ci farò un giro, soprattutto per le terme…

  2. La Svizzera è una destinazione che mi affascina e mi attira moltissimo, ma purtroppo fino ad ora ho visto ben poco. Conosco un pochino neuchatel e Lugano, ma per il resto buio totale. Il tuo articolo mi ha davvero fatto venire voglia di vederla per bene!

    • Anch’io ammetto l’ignoranza di tanti posti svizzeri…forse conosco quelli più famosi e nominati!
      Però anche loro hanno dei paesaggi da sogno che meriterebbero una visita!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui