Luxemburgo
Lussemburgo,  Lussemburgo

Lussemburgo: cosa vedere nel Gran Ducato

Diciamo che il Lussemburgo come città non attira molti turisti dato che è conosciuta maggiormente per le sue banche e per le sue l’attività finanziarie. Però, mi è capitato, quasi per caso, grazie a una mia cara amica che mi ha convinto di visitare questo luogo situato nel cuore dell’Europa, l’unico paese ad essere un Gran Ducato e uno dei fondatori della Unione Europea.

Però costava poco, era vicino e facilmente visitabile in un solo weekend. Per cui, perché no?

Potrebbe essere sorprendente cercare di capire come il Lussemburgo, un piccolo paese incuneato tra Francia, Germania e Belgio, sia sopravvissuto fino ad oggi. In effetti, tempo orsono, apparteneva ai Paesi Bassi e si è diviso dopo una crisi di successione dinastica.

QUANTI GIORNI SERVONO?

Un weekend è perfetto per conoscere tutti gli angoli della città. Se sei appassionato di musei forse servirebbe un giorno in più, ma le attrazioni principali sicuramente non le perdi.

CHE LINGUA PARLANO?

Ufficialmente si parla il Lussemburghese (che a quanto pare viene insegnata a scuola, ma in pratica serve solo a necrologi e lettere formali), gli abitanti del Lussemburgo parlano francese e tedesco.

Poiché la città di Lussemburgo è molto internazionale, molte persone parlano inglese e, sorprendentemente, portoghese (il 19% degli abitanti del paese ha origini portoghesi). Tuttavia, nei negozi e nei ristoranti la maggior parte dei dipendenti parla solo francese.

COME ARRIVARE DALL’AEROPORTO AL CENTRO?

La città è super organizzata. Il servizio pubblico funziona alla perfezione e sono incredibilmente puntuali. Il costo del biglietto è veramente pazzesco: soli €2 per qualunque zona della città.

UN PO’ DI STORIA

Quello che ho scoperto in questo incredibile viaggio è che questo piccolo paese, una volta, si estendeva maggiormente ma perse gran parte dei suoi possedimenti cedendoli al Belgio. Fu sempre uno stato neutrale fino a quando non fu invaso dalla Germania e, per decisione del suo governo esiliato a Londra, si unì agli alleati.

Nonostante sia piccolino, ha un’altissima qualità della vita e le entrate dei suoi abitanti sono tra le più alte d’Europa. Infatti non è affatto economico, gli hotel ed i ristoranti costano tantissimo! Non riuscirai a mangiare bene con meno di €20 a pasto.

Il Lussemburgo è situato in posizione centrale e da qui è possibile visitare Belgio, Francia e Germania.

Tuttavia, nonostante le sue piccole dimensioni, c’è molto da vedere, da fare e visitare. E si può fare quasi tutto a piedi!

Ecco perché ho creato questa piccola guida su cosa vedere nel Gran Ducato di Lussemburgo:

CENTRO STORICO

Un vero gioiellino. Molto ordinato, pulito e tranquillo. La Gran Rue è la via principale, totalmente pedonale piena di negozi e ristoranti.

E’ lì che abbiamo fatto la maggior parte dei nostri pasti!

Camminare tra le viette e scoprire nuovi scorci è stato il nostro passatempo preferito.

CHEMIN DE LA CORNICHE

Chemin de la Corniche è la passerella che circonda il promontorio, dove è possibile vedere le strutture medievali e l’intera città bassa tagliata dal fiume con bellissimi ponti.

La vista eccezionale sulla valle dell’Alzette, sul Grund (città bassa) e sull’altopiano di Rham le hanno conferito la qualifica di “balconata più bella d’Europa“.

In effetti è molto carino e particolare! Direi che è quasi imperdibile!

CASEMATES DU BOCK

Appartenenti al patrimonio mondiale dell’UNESCO, i primi tunnel sotterranei furono costruiti nel 1644, nell’era della dominazione spagnola.

Le gallerie lunghe 23 chilometri furono ampliate solo 40 anni dopo da Vauban, l’ingegnere militare francese e costruttore di fortezze, e successivamente nel XVIII secolo dagli austriaci.

I passaggi difensivi sotterranei furono posizionati su diversi livelli e raggiungono 40 metri di profondità. Dopo lo smantellamento della fortezza nel 1867, furono salvati 17 chilometri, che erano in buone condizioni e son quelli che oggi vediamo.

Dunque, dal 1933 le Casamates sono visitabili e sono diventate patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1994. È veramente pazzesco e la vista è straordinaria, consigliatissimo!

Dove? Rue du Cure e Rue Sigefroi (partendo sempre da Place d’Armes).

Orari? Tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:30 (dal 18 febbraio al 31 marzo e dal 1° ottobre al 5 novembre); ore 10:00 – 20:30 (dal primo aprile al 30 settembre)

Prezzo? €7,00 intero; €3,50 ridotto (per bambini)

PONTE ADOLFO

Chiamato anche Ponte Nuovo, fu costruito tra il 1900 e il 1903 durante il regno del Granduca Adolphe. Questo evento è stato seguito con grande interesse dall’estero, perché fino ad allora il ponte aveva il più grande arco in pietra del mondo.

Questo arco si estende per oltre 85 metri attraverso la valle Pétrusse ad un’altezza di 42 metri e una lunghezza totale di 153 metri.

FORTE THÜNGEN

Il Fort Thungen è la rovina di una vasta fortificazione lussemburghese che oggi ospita un affascinante museo. Fu usato come fortezza dagli austriaci e anche dai prussiani nel corso dei secoli.

Con un’affascinante architettura difensiva, la fortificazione in pietra ha tre torri principali, conosciute come Dräi Eechelen.

In passato, il parco intorno a Fort Thungen era un fossato profondo che poteva essere attraversato solo da un tunnel di 170 metri. Fu costruito nel 1732 e quasi completamente distrutto dopo il Trattato di Londra.

Dove? Rives de Clausen, 1499 Lëtzebuerg, Luxemburgo.

PALAZZO GRANDUCALE

Il Palazzo granducale è la residenza ufficiale del Granduca di Lussemburgo sin dal 1890.

Gran parte degli interni del palazzo furono danneggiati durante l’occupazione tedesca nella Seconda Guerra Mondiale, ma è stato fatto un restauro sotto la supervisione della Granduchessa Charlotte nella seconda metà del XX secolo.

L’edificio è circondato da torri appuntite ed è decorato con diverse finestre e balconi decorati.

Il palazzo è aperto ai visitatori solo durante l’estate. Molte persone rimangono a guardare il cambio della Guardia.

Dove? Palais Grand-Ducal è raggiungibile a piedi procedendo da est su Place d’Armes verso Rue Chimay/Dreikinneksgaass

Orari? solo nei mesi estivi, previa prenotazione visita guidata.

Prezzo? €7,00

HOTEL DE VILLE E PIAZZA GUILLAUME II

Dalla metà del XIII secolo, questa piazza ha ospitato la chiesa e il monastero dell’ordine di San Francesco. Nel linguaggio comune la piazza è anche chiamata Knuedler – derivata dalla parola lussemburghese “Knued” che indica il nodo nella cintura dei frati francescani.

Nel bel mezzo troverete una delle più famose statue della città. Fatta tutto in bronzo, rende omaggio al re e al granduca Guglielmo II di Nassau-Orange che regnò dal 1840 al 1849.

Un anno prima della sua morte, concesse al Gran Ducato la sua prima costituzione parlamentare, una delle più liberali in Europa all’epoca.

Li si trova pure il municipio: Hotel de Ville. Fu costruito tra il 1830 e il 1838 in stile neoclassico. Per la sua costruzione, furono usate le pietre dell’ex convento francescano!

PIAZZA DELLA COSTITUZIONE

La Piazza della Costituzione fu costruita sull’antico bastione di Beck (1644, 1685).

La “Gëlle Fra”, un monumento che si trova su questa piazza, fu istituita nel 1923 per commemorare i lussemburghesi che morirono durante la Prima Guerra Mondiale, oggi simboleggia la libertà e la resistenza per il popolo lussemburghese.

Da qui si ha una vista superba sulla valle Pétrusse e sul ponte Adolphe.

IL GRUND: LA CITTÀ’ BASSA

Il Grund è il quartiere che comprende la parte bassa della città, nella valle che divide la città vecchia dalla città moderna. È attraversato dal fiume Alzette ed è sede di molti edifici pittoreschi e strade strette e belle da vedere. È accessibile solo a piedi.

Li nei dintorni si trova un ascensore panoramico totalmente in vetro che offre una delle migliori viste della città. Collega inoltre la città bassa a quella alta, separate da oltre 80 metri di altezza.

Da li puoi vedere l’imponente torre della Chiesa di San Giovanni.

CATTEDRALE DI NOTRE DAME

La cattedrale di Notre Dame (avete letto bene, c’è anche qua, non solo a Parigi) si trova nel cuore della città moderna. La parte vecchia della cattedrale fu costruita nel 17 ° secolo come chiesa dell’ex collegio dei Gesuiti. Durante la Rivoluzione francese, la statua della Madonna Consolatrice degli Afflitti, patrona della città e del paese, fu collocata nella nuova chiesa parrocchiale.

Le immagini all’ingresso della cattedrale rappresentano la Madonna e anche San Pietro e San Paolo. Al suo interno è possibile ammirare dipinti storici e magnifiche vetrate.

Stai ancora pensando “Che cavolo si va a vedere in Lussemburgo?”… Mi sa che un weekendino fuori porta potrebbe essere una bella e economica idea, no?

Enjoy 😊

Trent'anni fa, in un piccolo paesino del Brasile nascevo io. Una sorpresa inaspettata, ma che ha riempito la casa di solarità e energia. Vissi lì fino ai miei 17 anni, quando finito il liceo decisi di venire alla avventura in un paese totalmente sconosciuto. Ed ora mi trovo qui, a Milano dove lavoro e studio Marketing Digitale. Mi definisco uno spirito libero, una donna determinata e ambiziosa ma con i piedi per terra. Spesso sento dire che il mio sorriso insieme al mio sguardo trasbordano di allegria...pertanto cerco di mantenere la positività e il buon umore sempre che possibile. La mia più grande passione è viaggiare. Amo incontrare nuove culture, nuovi volti e nuovi posti bellissimi in questo vasto pianeta. Per cui ho creato il blog, per dividere con voi qualche mia avventura, illustrando come ho vissuto ogni città o paese dove sono passata, con piccoli suggerimenti che dal mio piccolo posso darvi per far sì che la vostra vacanza sia speciale come le mie :) Enjoy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *