Brasile

Speciale Sud del Brasile: Cosa fare nella Serra Gaúcha?

Qualcuno lo sa già, altri invece lo verranno a scoprire solo in questo momento: io sono originaria del Sud del Brasile, di una regione chiamata Rio Grande do Sul. Il mio paese, Novo Hamburgo, è stato colonizzato da italiani e tedeschi (come ho spiegato nella mia intervista, se non l’avete vista, leggetela!).

Serra Gaúcha

La mia regione è piuttosto conosciuta per le enormi distese di verde, chiamato Pampas, che si estendono fino all’Argentina. Gli abitanti di questa zona sono conosciuti come “Gaúchos” e l’immaginario comune ci descrive in abiti equestri tradizionali e magari con in mano un “chimarrão” (il mate).

Però non c’è solo quello!

Il Rio Grande do Sul ospita una zona denominata Serra Gaúcha, uno dei luoghi turistici più visitati e incredibili che possiamo trovare nel paese. Giusto per darvi un’immagine del posto: pensate al Valdobbiadene con quei paesaggi stupefacenti ed ottimi vini…ecco, la Serra Gaúcha è così.

Ma non tutti sanno cosa fare una volta arrivati lì o non sanno cosa visitare per godersi a pieno il viaggio. Ecco la ragione per cui ho creato questo speciale del Sud del Brasile, per raccontarvi i posti indispensabili per un tour da quelle parti:

Serra Gaúcha: sinonimo di… ?

Popolare nella produzione di vini, con canyon ammirevoli e ristoranti pieni di culture diverse, la Serra Gaúcha è uno dei posti più visitati dai turisti nel Sud del Brasile.

Ma quando si tratta di scegliere le città da vedere, è bene tenere in mente che ci sono molte attrazioni da visitare.

Questo perché ogni città ha il suo fascino. Ci sono opzioni che vanno dal tour con i treni a vapore, chiamati “Maria Fumaça” o fare una visita alle migliori cantine della “Vale dos Vinhedos” a Bento Gonçalves.

Vedrete bellissimi paesaggi, gusterete i vini, visiterete parchi a tema, esplorerete sentieri e godrete della migliore gastronomia del sud del paese.

Vediamo insieme nel dettaglio ogni località.

Gramado

Gramado è un grazioso paese molto simile alla Svizzera, amato dai turisti soprattutto di inverno, quando la città viene presa d’assalto per tutte le attrazioni che offre, come lo Snowland, un parco divertimenti che crea questa sorta di “Aria di Montagna” con tanto di neve e aria condizionata con temperature -5°c)! Il tutto per far vivere alle persone l’esperienza di sciare, visto che lì non nevica quasi mai.

Un altro eccellente tour da fare è il Mini Mundo, un parco con repliche incredibilmente piccole di monumenti del Brasile e del mondo. Tutto è piccolo, dalle strade alle automobili. I bambini ameranno tantissimo questo universo!

Oltre a questo, ci sono altre attrazioni turistiche che meritano una visita, come il Natal Luz, fatto soprattutto a Novembro e Dicembre (il nome non è casuale). La città viene interamente decorata con lucine e decorazioni natalizie davvero magnifiche. E la cosa migliore è che il clima favorisce la sensazione di essere nel Natale europeo.

Non è fantastico?

Vuoi altri consigli su cosa fare a Gramado nella Serra Gaúcha?

Puoi visitare il la Chiesa di Pietra, Lago Nero, la Strada Coperta, il Palazzo dei Festival (per gli amanti del cinema), e – per favore! – non perdete il “Café Colonial”, una specie di colazione abbondante fatta totalmente con prodotti tipici della zona, mangi talmente tanto che salterai il pranzo!

Un’altra curiosità è che Gramado è conosciuta per i minerali, quindi se siete amanti delle pietre lì troverete un negozio chiamato “Minas” dove ci sono tantissime, e sono tutte vere al 100%!

Canela

Gramado e Canela sono città vicine e che hanno qualcosa in comune: entrambe possono essere visitate utilizzando il Bus Tour, un autobus tradizionale che collega le due città fermandosi nei punti turistici più in voga.

Circondato da bellezze naturali, bellissimi parchi e magnifiche strutture alberghiere, Canela vi darà quell’accoglienza di cui avete bisogno, se cercate un luogo tranquillo.

Qui troverete molte attrazioni, come la teleferica Gramado/Canela, una funivia che porta i visitatori vicinissimo alla meravigliosa Cascata do Caracol. Il tutto immerso in un enorme parco tra montagne e vallate.

Per gli avventurieri c’è l’Eagle: una zipline sospesa da un cavo installato su una pendenza. Simulando il volo di un’aquila, la sedia per 2 persone si muove a 180 metri di distanza attaccata a questi da cavi d’acciaio con un gradiente di dislivello di 45 metri e si raggiunge una velocità massima di 45km/h…super adrenalinico!

E non è tutto!

Ci sono due attrazioni che penso siano un must da fare nei dintorni:

  • L‘Ice Bar, una delle attrazioni dell “Mundo Gelado do Capitão Canela” (Mondo Ghiacciato del Capitano Canela). Lì le temperature raggiungono i 23 gradi sotto zero e tutto è veramente freddo, dalle bevande al divano (!).
  • Il parco Terra Mágica Florybal, una destinazione eccellente per gli avventurieri. Immaginate di “volare” sulle ali di uno Pterodattilo, o di godere di nuove sensazioni nel Cinema 7D? È fantastico!

Per chiudere in bellezza, non può mancare la visita al museo Egizio. Immaginavate di poter vedere sarcofagi, papiri e una piramide alta più di 8 metri, al Sud del Brasile? Già, a Canela si può!

Garibaldi

Ricordate che all’inizio di questo articolo ho detto che al Sud non c’è solo il mate? Bene, questa città chiamata Garibaldi è conosciuta come la capitale dello spumante!

Certamente tanti vengono in questa regione della Serra Gaúcha per visitare le fantastiche cantine Peterlongo (l’unica azienda che può utilizzare il nome “Champagne” per i propri prodotti) e Cooperativa Garibaldi, dato che sono stupefacenti!

Ma una delle attrazioni più interessanti e nostalgiche di lì è la via Buarque de Macedo; con la sua architettura del XIX secolo, vi sembrerà di essere in un vero scenario d’epoca.

Sempre lì si trova la stazione ferroviaria del famoso trenino a vapore “Maria Fumaça”, guardate che meraviglia:

Bento Gonçalves e la Vale dos Vinhedos

Quando si parla di cantine, non tutti sanno che la loro maggiore concentrazione è a Bento Gonçalves. L’itinerario migliore per chi vuole visitare questa città piena di storia e di vinicole è fare un salto a Casa Valduga, Miolo e Vale do Rio das Antas.

Ma non possiamo dimenticare che la Vale dos Vinhedos, è una zona che comprende non solo Bento Gonçalves, ma anche Monte Belo do Sul e Garibaldi.

Le condizioni geografiche della Vale dos Vinhedos hanno garantito il sigillo DOC “Denominazione di Origine”, dimostrando, in questo modo, la qualità unica dei suoi vini.

Ora, se sei un viaggiatore enogastronomico, l’itinerario di viaggio nella Serra Gaúcha non è completo se non vai al Parco Avventura Gasper. Lì, vi divertirete con diverse attività, come l’arrampicata sugli alberi, la fionda, la zip line, salto di bungee jumping, l’arco e le frecce e molto altro.

Invece, per chi ha la passione per lo stile italiano, amerà il “Caminhos de Pedra” e“Casa da Erva Mate”. Nel primo degusterete cibo tipico italiano, pasta, risotti, arrosti e grigliate, ma anche caffè coloniale e picnic! Nel secondo, conoscerai l’origine della pianta mate e come si produce il chimarrão, la bevanda tradizionale dei gaúchos.

Nova Petrópolis

Parli tedesco e vorresti sentirti a casa, senza lasciare il Brasile? Bene, uno dei consigli per un viaggio indimenticabile è a Nova Petrópolis.

La città colonizzata dai tedeschi è segnata da un’architettura diversa, radicata nella cultura europea, che fa viaggiare chiunque indietro nel tempo. Oltre al paesaggio nostalgico, si può conoscere l’importanza storica di Nova Petrópolis e la cultura tedesca visitando il parco Aldeia do Imigrante, il labirinto ed il parco delle sculture Pedras do Silêncio.

Se sei un amante della natura, ti renderai conto che la regione è perfetta per esplorare sentieri, montagne e strade sterrate, come la Valle del fiume Caí, che confina con Caxias do Sul.

Oltre ad esso, c’è un belvedere a più di 500 metri di altezza, chiamato Ninho das Águias (Nido delle Aquile), un eccellente itinerario di viaggio a Nova Petrópolis per gli sportivi – specialmente per gli amanti degli sport estremi.

Regione delle Ortensie

Vi avevo parlato delle più belle fioriture del mondo in un articolo dedicato. Infatti, Gramado era nella mia lista, però non è l’unica.

In tutto, sono 6 le città turistiche conosciute come “le regioni delle ortensie”:

  • Gramado;
  • Canela;
  • Nova Petrópolis;
  • São Francisco de Paula;
  • Picada Café;
  • Caxias do Sul.

Il miglior periodo per vedere questo spettacolo della natura è nei mesi caldi. Questi bellissimi fiori colorati (possono essere di vari colori!) fioriscono solitamente a novembre e rimangono esuberanti fino a febbraio, marzo. Il loro picco però si verifica nei mesi di dicembre e gennaio, mesi di alta stagione in città!

📌 Salva questo articolo su Pinterest

Trent'anni fa, in un piccolo paesino del Brasile nascevo io. Una sorpresa inaspettata, ma che ha riempito la casa di solarità e energia. Vissi lì fino ai miei 17 anni, quando finito il liceo decisi di venire alla avventura in un paese totalmente sconosciuto. Ed ora mi trovo qui, a Milano dove lavoro e studio Marketing Digitale. Mi definisco uno spirito libero, una donna determinata e ambiziosa ma con i piedi per terra. Spesso sento dire che il mio sorriso insieme al mio sguardo trasbordano di allegria...pertanto cerco di mantenere la positività e il buon umore sempre che possibile. La mia più grande passione è viaggiare. Amo incontrare nuove culture, nuovi volti e nuovi posti bellissimi in questo vasto pianeta. Per cui ho creato il blog, per dividere con voi qualche mia avventura, illustrando come ho vissuto ogni città o paese dove sono passata, con piccoli suggerimenti che dal mio piccolo posso darvi per far sì che la vostra vacanza sia speciale come le mie :) Enjoy!

21 commenti

  • Martina

    Davvero stupendo. Viene voglia di andarci subito!! Appena si potrà viaggiare si organizza una bella vacanza in Brasile 😍

  • Sara - Slovely.eu

    Sono stata in Brasile diversi anni fa, ma solo nel Minas Gerais, Rio e Sao Paulo, il sud non lo conosco per nulla, però a giudicare dalle tue foto e dal tuo articolo sembra una zona decisamente bella, rigogliosa e interessante!
    E poi io amo i minirali e le ortensie, direi che sono già due ragioni per visitare questa zona del Brasile! Speriamo di cuore che presto la situazione sanitaria possa tornare normale, mi piange il cuore leggere tante brutte notizie da questo splendido paese!

    p.s. sono stata su una “Maria Fumaça” anch’io, nel Minas però! 🙂

    • Babi

      Davvero un bel commento da leggere e che mi ha lasciato col sorriso sulle labbra!
      Trasmettere le bellezze della mia regione è motivo di orgoglio per me!
      spero anch’io che questa situazione passi il più veloce possibile per poter tornare alla normalità!

  • Sara

    Sono stata per due volte in Brasile ma non ho mai visto il sud del brasile. Devo dire che il tuo racconto mi ha stregato, non immaginavo potessero esserci così tante cose da vedere in questa zona.
    Il Brasile è enorme e io ho visto “solo” i must: Fortaleza, Jericocoara, Salvador de Bahia, Rio e Boavista e Manaus in un altro viaggio. Ma il prossimo viaggio in Brasile devo andare assolutamente nella Serra Gaucha!

    • Babi

      Sono molto felice in leggere il tuo commento!
      in effetti il Brasile “turistico” è quello che hai nominato… comunque ci sono queste piccole realtà nascoste che ancora non sono “sfruttateQ”. Il bello è che ci sono nata e cresciuta e le ho date per scontate… e vedo che in realtà sono interessanti per persone che cercano “il Brasile diverso!”

  • Veronica

    Wow! Una varietà paesaggistica e culturale incredibile! Non avrei mai immaginato che ci fosse anche un museo egizio. Secondo voi venti giorni bastano per vedere l’essenziale?

    • Babi

      Allora il Sud del Brasile è poco turistico…però ci sono cose da vedere.
      Fai che il mio fidanzato è stato 15gg e ha visto l’essenziale, certo..un pò di corsa ma siamo riusciti!
      tra l’altro ci sono tantissime altre cose, che inizierò a raccontare qui con l’aiuto di una super jornalista brasiliana che ama viaggiare!

  • Eliana

    Il Brasile è un luogo che anelo da tanto di vedere! Mi piacerebbe scoprire la sua parte naturalistica e la sua storia. Ora come ora lo conosco solo dai numerosi documentari che ho visto a riguardo e dagli innumerevoli minerali che sogno di avere e di qualche pezzo che già ho preveniente dalle sue miniere.
    Questa zona sembra tranquilla ma molto interessante, poi io amo le ortensie!

    • Babi

      é una zona particolare e poco turistica dove sono cresciuta!
      però adesso che vivo qui in Italia me ne rendo conto di quanto sia poco conosciuta anche se è davvero bellissima!

  • Paola

    Che meraviglia! Mio figlio impazzirebbe tra treno a vapore e parco Mini Mundo… non avevo mai considerato questa zona per una possibile vacanza con lui, ma ora voglio assolutamente andarci!!!!

    • Babi

      Ti confesso: l’ho fatta da piccolina…forse avevo 8 anni e me lo ricordo ancora.
      il treno a vapore è stato spettacolare perché gli artisti ad una certa inscenavano di assalire il treno! io ero in trepidazione, meravigliata di tutto! ho fatto le foto con i “banditos” e isccome ai tempi erano ancora a rullino, raccontavo a tutti di averli visto da vicino e che avevo la foto da dimostrare hahahhaha

      anche il mini mundo è molto caratteristico, è come l’Italia in miniatura, ma con tutte le parti del mondo!

  • Mimì

    Ciao carissima! È una zona del Brasile davvero molto interessante e ricchissima di città davvero molto interessanti!

    Non conoscevo proprio questa parte del Brasile, ma da quello che qui ci hai detto, vale la pena visitarla!

    Io, intanto, mi sono innamorata della zone delle ortensie, woww, il mio fiore preferito!

    Grazie…
    Mimì

    • Babi

      Pensa che la zona delle Ortensie era la mia meta ogni anno da piccina!
      Avendo una cara zia che vive nei dintorni, ogni inverno mia mamma ci portava “per vedere la neve” e in primavera “per vedere le ortensie”…
      quanti ricordi!

    • Babi

      Sono veramente felice che ti piaccia la mia regione!
      è proprio bello condividere un pò del mio Brasile con voi 🙂

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *