Italia

Le spiagge più belle della Maremma Toscana

Come ben sapete, io prima di partire mi devo organizzare nel dettaglio. Faccio qualche ricerca online sui vari profili e blogs che seguo. Leggo volentieri contenuti sui viaggi e posti nuovi da scoprire. E così sono finita a leggere un interessante articolo nel blog delle ragazze di Lostwanderer, che parlava delle spiagge più belle di Trapani. E mi sono chiesta:

“Invece in Maremma…quali sono le spiagge più belle?”

Approfittando di questo periodo particolare di Covid-19, io e il mio ragazzo abbiamo preferito evitare spostamenti all’estero e niente di meglio che tornare alle origini. Si, verso la Patria della Lingua Italiana e del buon vino: la mia amata Toscana.

La chiamo “mia” perché ormai me la sento dentro, come casa. A tal proposito cito le parole di Valentino, il mio ragazzo, che ha descritto perfettamente questo territorio poco conosciuto ma bellissimo da vivere:

“Perché la Maremma che cos’è?

È una terra che non esiste e che non trovi in nessuna cartina geografica ufficiale, ma la sua gente quando ci torni ti chiede: “sei tornato in Maremma?”

È una terra che non ha un inizio né una fine ma tutti i suoi abitanti ne riconoscono i confini. È una terra amara strappata alle acque con sudore e morte. Una terra conquistata!

La sua gente è fiera e sarcastica. Gente che ha sofferto per averla (la Maremma si intende!); Una fanghiglia informe e insalubre che hanno trasformata in casa.

Casa appunto…. Casa di svariati popoli che si sono susseguiti per tentare di bonificarla e che spesso ci hanno lasciato la vita instillandoci però il seme della speranza. Una terra accogliente e senza preconcetti. Una Toscana giovane rispetto alle sue secolari zone che il Mondo invidia e che mai potrà eguagliare”.

Maremma Toscana: le 7 spiagge da vedere

Oggi vi vorrei parlare delle mie vacanze; delle bellezze che ho visto e che vorrei condividere con voi. Di posti che fortunatamente ancora non sono molto conosciuti come destinazione turistica estiva e di massa, ma che vi posso assicurare non lasciano niente a desiderare.

Sono 7 le località che ho visitato questo settembre e che consiglio vivamente di non perdere se state programmando un giro in Toscana, soprattutto in Primavera ed Estate, quando i girasoli sono fioriti (a giugno) e il mare è più caldo e accogliente:

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA

Tra Castiglione della Pescaia e Punta Ala, si trovano molte calette con spiagge davvero incantevoli. Io vi suggerisco di fermarvi alla Spiaggia delle Rocchette, una delle più famose di tutta la costa toscana. Il suo lungomare conta solo un centinaio di metri ed è riparato da un promontorio dove si trova un’antica torre di avvistamento, il Forte delle Rocchette, costruito nel secolo XII (oggi è una proprietà privata).

È una spiaggia di sabbia dorata e mare cristallino (quasi trasparente), incastrata all’interno di un paesaggio selvaggio e suggestivo perché circondata da una pineta fitta. I fondali sono per lo più sabbiosi, puntellati di piccoli scogli attorno ai quali la varietà di pesci e piante stupisce.

È davvero ben attrezzata, ci sono vari lidi e posti dove mangiare.  Ma possiede anche un tratto di spiaggia libera e addirittura una dog beach, dove i vostri amici pelosi possono divertirsi e fare il bagno!

PORTO SANTO STEFANO

Si, lo so…Avevo già parlato di Porto Santo Stefano nel mio articolo sulla Maremma. Però non posso non nominare un luogo così incredibilmente bello.

Le spiagge dell’Argentario sono strepitose. Con fondali di sabbia dorata e un’acqua verde cristallina, Porto Santo Stefano si erge come perla della costa per la bellezza dei suoi scorci. Personalmente, ho avuto la fortuna di trascorrere una giornata al Hotel Villa Domizia, un albergo 4 stelle situato sopra una scogliera.

Oltre che avere un ristorante sulla terrazza, direttamente sul mare, questo posto favoloso offre ai suoi ospiti una spiaggia privata e una piscina con acqua salata da urlo. Qui ho assistito a uno dei tramonti più belli che io abbia mai visto…indimenticabile!

ISOLA DEL GIGLIO

Per arrivare in questa meravigliosa isola serve prendere un traghetto da Porto Santo Stefano. Le partenze sono giornaliere e vanno dal primo mattino (6 am) fino alla sera (alle 19 pm). Ci sono soltanto due compagnie che fanno la tratta: Torremar e Maregiglio.

Si possono acquistare i biglietti direttamente online, sui vari siti. I costi variano da 10€ a 15€ a persona a seconda dalla stagione. Diciamo che per un andata/ritorno in giornata non è conveniente, pertanto consiglierei di starci qualche giorno in più. La traversata dura circa 1 ora e vi è la possibilità di caricare un veicolo!

Nonostante l’isola sia poco conosciuta dal turismo di massa, io sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla sua graziosità! Personalmente, dopo questa visita, credo che l’Isola del Giglio sia all’altezza di altri posti paradisiaci!

L’isola è piccola e è facilmente esplorabile a piedi. Ci sono molte calette, anche vicine al porto ma io consiglio vivamente di andare alla Spiaggia dalle Caldane! Si può arrivare soltanto a piedi o con la barca. Noi abbiamo scelto di fare il percorso a piedi…e credetemi, si fa abbastanza fatica (ma ne vale la pena!).

Innanzitutto, bisogna camminare fino alla Spiaggia delle Cannelle (circa 20 min dal porto) per poi proseguire per un sentiero, in mezzo alla natura con tanto di burroni e sole forte sulle spalle. Il tragitto dura circa 40 minuti e la vista è FENOMENALE.

Non ve ne pentirete…!

Arrivati lì troverete una piccola spiaggetta, super ben attrezzata con lettini e ombrelloni a €15 a giornata! Insomma, il duro lavoro verrà ripagato!

 

CALA VIOLINA

Erano anni che cercavo di andarci, senza successo. D’estate viene presa d’assalto dai molti turisti curiosi ma siccome è una Riserva Naturale della Toscana , l’accesso è a numero limitato per solo 150 posti auto. Il costo del parcheggio è piuttosto elevato, €10 euro in alta stagione; vi consiglio caldamente di andarci alla mattina presto, altrimenti rischiate di tornare a casa delusi.

Come dicevo, la spiaggia di Cala Violina è situata tra Follonica e Punta Ala, all’interno della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino. Ci si arriva in bici o a piedi, camminando circa 1,5km dentro alla pineta (circa 30min).

Il suo nome deriva dal suono che la sabbia emette quando ci si cammina sopra, che ricorda, appunto, il suono del violino. Ovviamente per sentirlo serve che ci sia una certa quiete, che d’estate è quasi impossibile. Il mare è trasparente e pieno di pesciolini che nuotano intorno a te. La spiaggia non è giustamente attrezzata però vi è una fitta pineta che ospita tavolini in legno e un chiosco dove è possibile rifocillarsi nelle ore più calde.

Il panorama è incoronato dalla suggestiva macchia mediterranea che arriva fin sulla spiaggia, insomma un vero spettacolo!

NANO VERDE

Grazie al lavoro che faccio, conosco molte persone e adoro poter visitare luoghi di cui sento spesso parlare. Fu così che conobbi Giulia, una ragazza toscana che lavora al Nano Verde. Con la scusa della vacanza maremmana sono andata a incontrarla personalmente in questo localino che è meraviglioso!

Devo dire che il famoso Nano Verde non è facile da trovare! Una volta parcheggiata la macchina nei dintorni, bisogna camminare lungomare fino a che non vedi queste bandierine verdi svolazzanti. Fondamentalmente si tratta di un chiosco in riva al mare, che offre un servizio eccellente di ristorazione e bar da lasciarci senza parole. Uno dei Mojito più buoni mai presi in suolo maremmano 😊

Prezzi nella norma, ottima organizzazione e personale mega simpatico. Consigliatissimo!

TORRE MOZZA

Immersa nell’area naturalistica del Parco Costiero della Sterpaia, c’è questa spiaggia stupenda: Torre Mozza. Il suo nome deriva da un’antica torre, diventata simbolo e che ancora oggi è presente. Fu edificata intorno al 1500 dalla famiglia Appiani, per sorvegliare il tratto di mare antistante la costa dalle invasioni saracene.

Quello che la contraddistingue è la sua bellezza selvaggia: dune di sabbia finissima, canneti e un mare limpido. Qui si ha l’impressione di immergersi in una piscina naturale.

Ulteriore curiosità: vicino al bagnasciuga troverete un’antica strada basolata romana che vi consiglio fortemente di vedere!

POGGIO DEL BARBIERE

Incastonata nella famosa e modaiola Punta Ala, troverete questa caletta che è a dir poco incredibile. Il Poggio del Barbiere è una piccolissima spiaggia molto rustica e senza bar o lidi. Veniva utilizzata soprattutto dai pescatori, che usavano gli scogli come piattaforma d’appoggio.

Il mare lì è cristallino, con fondo sabbioso. Alle sue spalle vi è una pineta in cui ci si può riposare coccolati dalla sua ombra nelle ore più calde. A mio avviso è una spiaggia perfetta per chi, come me, ama le vacanze all’insegna del relax in Toscana!

Difficile scegliere la migliore, non è vero? Beh, se avete tempo, visitate tutte…sarà una vacanza da sogno!

Enjoy 🙂

Trent'anni fa, in un piccolo paesino del Brasile nascevo io. Una sorpresa inaspettata, ma che ha riempito la casa di solarità e energia. Vissi lì fino ai miei 17 anni, quando finito il liceo decisi di venire alla avventura in un paese totalmente sconosciuto. Ed ora mi trovo qui, a Milano dove lavoro e studio Marketing Digitale. Mi definisco uno spirito libero, una donna determinata e ambiziosa ma con i piedi per terra. Spesso sento dire che il mio sorriso insieme al mio sguardo trasbordano di allegria...pertanto cerco di mantenere la positività e il buon umore sempre che possibile. La mia più grande passione è viaggiare. Amo incontrare nuove culture, nuovi volti e nuovi posti bellissimi in questo vasto pianeta. Per cui ho creato il blog, per dividere con voi qualche mia avventura, illustrando come ho vissuto ogni città o paese dove sono passata, con piccoli suggerimenti che dal mio piccolo posso darvi per far sì che la vostra vacanza sia speciale come le mie :) Enjoy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *