Conosciamo STEP FuturAbility District: il nuovo museo interattivo e tecnologico di Milano

Settimana scorsa sono stata contattata da Federico Bonesi, di Fastweb, per conoscere il loro nuovo progetto: STEP FuturAbility District. Subito mi ha colpito il nome, dato che io sono appassionata di tecnologia e la uso giornalmente per il mio lavoro.

Ovviamente sono andata alla sua scoperta e ora vi racconto tutto nel dettaglio!

Cos’è STEP FuturAbility Disctrict?

Si tratta di un nuovo spazio tecnologico, divulgativo e esperienziale a Milano, proprio in Piazza Olivetti 1, alle spalle di Fondazione Prada.

Nasce per connettere la comunità con il futuro, un distretto digitale dove tutti potranno comprendere meglio la rivoluzione digitale che stiamo vivendo e che sta cambiando le nostre vite in modo significativo.

Se ci pensate, negli ultimi due anni, una rivoluzione digitale si è fatta strada tra noi: smart working sempre più presente, la scomparsa delle banconote, i codici QR ormai ampiamente utilizzati da tutte le fasce d’età e l’intelligenza artificiale che sta entrando sempre di più in casa nostra.

In questo museo innovativo, il cui claim è “Tu Sei Futuro”, avrai la possibilità di “misurare” la tua disponibilità ed empatia per le nuove tecnologie e iniziare un percorso per raggiungere il massimo delle sue potenzialità nella vita quotidiana, nel lavoro e nei rapporti con la realtà.

Com’è strutturata la visita a STEP FuturAbility Disctrict?

La visita a STEP FuturAbility Disctrict dura circa 45 minuti, l’ingresso (intero) costa 10€ e farai tutto dal tuo smartphone (ricordate di caricarlo prima di recarvi al museo :P).

Una volta arrivata, ho scaricato la loro APP e mi sono iscritta, per avere una mia dashboard personale. Una volta eseguito l’accesso, inizia il percorso: un viaggio di 10 step alla scoperta dell’evoluzione tecnologica.

Nella prima installazione dinamica, abbiamo conosciuto FORWARD: una creatura virtuale che ha interagito con noi nell’intero percorso, fornendoci stimoli e approfondimenti davvero interessanti.

E’ stato straordinario poter interagire con i maxi schermi e con le strutture dinamiche che compongono il museo. Ad ogni passaggio, FORWARD ci raccontava come sta cambiando il mondo e richiedeva la nostra opinione, attraverso sondaggi sull’app.

A mio parere, questo tipo di interazione tra museo e visitatore è davvero efficace, perché ti senti il vero protagonista e non un mero osservatore.

Uno degli step che mi ha colpito maggiormente è stato il terzo, in cui sono state fatte domande sul futuro a persone di varie generazioni e culture.

Ognuno ha risposto senza filtri e il museo si è riguardato bene di pubblicare così com’era, senza tagli, senza modifiche. E’ stupefacente capire come la tecnologia viene percepita in maniera diversa da ognuno di noi!

Anche lo step 4 mi ha lasciato senza parole. Grossi panelli ci hanno illustrato come la tecnologia cambierà le nostre vite da qui ai prossimi anni. Le percentuali sono davvero da capogiro.

Con tutti questi cambiamenti, STEP si è messo in gioco e ha creato una stazione dove abbiamo scoperto le “principali notizie del futuro”. Avvicinando il telefono ai sensori collocati nell’installazione, puoi ricevere in tempo reale le news direttamente dal futuro. Che dire? Decisamente molto carino, perché sono cose che sicuramente accadranno a breve termine. Tutte le news poi vengono salvate nella dashboard e potranno essere consultate quando vuoi.

A proposito di cambiamenti, sai che cambieranno anche le professioni?

Già, ci saranno nuovi posti di lavoro totalmente dedicate al hi-tech! Posizionandoti davanti ai panelli e avvicinando il cellulare, attiverai la spiegazione di queste nuove carriere futuristiche, roba da non credere…

Alla fine della nostra visita guidata siamo passati in una sala degli specchi dove abbiamo “lanciato” direttamente dal cellulare verso gli schermi, le nostri emoticon di gradimento. Super divertente!

Ho approfittato per fare dei video super carini. Una volta finiti i 10 step, grazie all’interazione in tempo reale, abbiamo potuto misurare la nostra “percentuale di futurability”.

Ti starai chiedendo: ma cosa è questa futurability?

E’ la tua propensione al futuro!

Nel mio caso, sono capitata nella categoria più alta: TOP. Per completare il mio profilo, sono passata sotto la “Futurability Station” per ricevere il mio punteggio: 78,5%

Grazie a questo punteggio, ho ricevuto suggerimenti personalizzati su come sviluppare e migliorare il mio percorso nel mondo digitale.

Quello che mi ha stupito di più è che il percorso di STEP non si conclude alla fine della visita, ma diventa il punto di partenza nella ricerca di un nuovo percorso di crescita e arricchimento personale.

Per approfondire i temi di tuo interesse, STEP mette a disposizione un ampio programma di attività scientifico- culturali davvero ricco per “allenarsi” al futuro e diventare partecipanti attivi, informati e consapevoli, che comprendono che l’innovazione digitale ci offre opportunità illimitate di crescita.

STEP: info utili

Aperto dal martedì alla domenica, dalle 9:30 alle 19:00, STEP FuturAbility District sarà un luogo di cambiamento continuo e uno spazio di ritrovo sociale e culturale urbano, con un’attenzione particolare ai bambini, alle famiglie e alle scuole.

STEP ospiterà infatti numerosi laboratori infrasettimanali per le scuole e laboratori domenicali per le famiglie, con un’istruzione trasversale e multidisciplinare nell’ambito STEAM.

Inoltre, STEP offrirà opportunità gratuite di partecipazione a seminari, webinar e conferenze di natura scientifica e culturale, con relatori illustri che parleranno delle principali questioni legate al mondo digitale e alla società contemporanea, fornendo ulteriori riflessioni e ricerche per i visitatori.

Indirizzo: Piazza Olivetti, 1 Milano (MI)

Orari: dalle 9:30 alle 19:00

Prezzi: intero 10€, ridotto 8€, gratis per bambini sotto gli 11 anni.

Tel.: +39 02 33020088

e-mail: info@steptothefuture.it

Le visite e tutti i workshop e i laboratori dei prossimi mesi sono già prenotabili online su steptothefuture.it  STEP è anche su Instagram, Facebook e Linkedin. 

 

Babi
Babi
Trent'anni fa, in un piccolo paesino del Brasile nascevo io. Una sorpresa inaspettata, ma che ha riempito la casa di solarità e energia. Vissi lì fino ai miei 17 anni, quando finito il liceo decisi di venire alla avventura in un paese totalmente sconosciuto. Ed ora mi trovo qui, a Milano dove lavoro e studio Marketing Digitale. Mi definisco uno spirito libero, una donna determinata e ambiziosa ma con i piedi per terra. Spesso sento dire che il mio sorriso insieme al mio sguardo trasbordano di allegria...pertanto cerco di mantenere la positività e il buon umore sempre che possibile. La mia più grande passione è viaggiare. Amo incontrare nuove culture, nuovi volti e nuovi posti bellissimi in questo vasto pianeta. Per cui ho creato il blog, per dividere con voi qualche mia avventura, illustrando come ho vissuto ogni città o paese dove sono passata, con piccoli suggerimenti che dal mio piccolo posso darvi per far sì che la vostra vacanza sia speciale come le mie :) Enjoy!

Related Stories

Ultimi Articoli

Numana e Sirolo: cosa vedere nella Riviera del Conero

Come vi avevo accennato in un articolo precedente, quest’estate io e il mio compagno...

Bologna e i suoi 7 segreti: tra Venezia, la...

Città di portici, universitari e artisti, Bologna è uno dei luoghi più belli dell’intero...

Cosa vedere a Lucca: orto botanico, domus romana e...

Continuo il mio racconto sul blogtour Lucca Inconsueta, a cui ho avuto il piacere...

Cosa vedere a Lucca in un giorno: un tour...

Questo mese di settembre è stato pieno di novità e di piacevoli sorprese. Oggi...

Perché si dice “ fare il diavolo a quattro...

Spinta dalla mia curiosità senza limiti, ho deciso di inaugurare una nuova rubrica chiamata...

Gubbio: cosa vedere in un giorno nella città dei...

Per l’estate del 2022, io e Valentino abbiamo deciso di partire alla scoperta di...

Categorie Principali

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui